NOSTALGIA VENEZIANA...

Scritto da Andrea Zizza

Sono quasi le 6.00 del mattino di Domenica 5 Ottobre quando il gruppo Ritmo Danza fa ritorno in Emilia Romagna; il pullman arriva a San Giovanni in Persiceto nel parcheggio di Ritmo Danza Studio, la nostra sede principale.
Tutti assonnati e frastornati ognuno di noi si accinge a scendere e a prendere i propri bagagli e porta abiti; i piccoli, più fortunati, possono permettersi di continuare a dormire ancora seppur con gli occhi aperti poiché andranno a casa con i genitori, al contrario i maggiorenni dovranno riprendersi per guidare fino a casa.
Mentre fuori è ancora buio e dopo nemmeno 24 ore di tempo passato tutti quanti in compagnia giunge quindi l’ora di salutarci velocemente per andare beatamente a riposare.
La nostra breve ma intensa avventura era infatti partita all’incirca 20 ore prima, con la partenza alle ore 10.00 da quello stesso parcheggio: direzione Ljubljana, capitale della Repubblica Slovena.

 La nostra breve ma intensa avventura era infatti partita all’incirca 20 ore prima, con la partenza alle ore 10.00 da quello stesso parcheggio: direzione Ljubljana, capitale della Repubblica Slovena.

La ridente cittadina è ormai una tradizionale consuetudine per molti ballerini in quanto spesso è stata meta delle nostre competizioni in questi anni, ma per alcuni giovani ed esordienti competitori è stata motivo di novità e curiosità.
Nostalgia-VenezianaIl gruppo in viaggio, diretto dai Maestri Simone Corvini e Michela Natali, è formato sia da ballerini veterani che frequentano con passione e dedizione la famosa Ritmo Danza Dance Sport School ma anche dalle giovani promesse delle danza sportiva che fanno invece parte della neo-nata Ritmo Danza Dance Sport School Junior, inaugurata proprio quest’anno all’interno della nostra struttura.
Un sabato diverso dal solito quindi, non sui libri di tecnica o con ai piedi le scarpe da ballo tra le mura di quella che ormai per molti è diventata una seconda casa, ma comunque sia un’esperienza formativa dal punto di vista didattico e personale: una Dance Sport School in trasferta.
Beneška Nostalgija - Nostalgia Veneziana è il nome dell'evento che ci attende in Slovenia poco dopo il tramonto di questo primo e autunnale Sabato 4 Ottobre; organizzato da LTdance e dall'Agenzia Salamander, la serata è un’iniziativa di Luca Bussoletti e Tjasa Vulić: ballerini di primo livello con oltre vent’anni di esperienza e carriera agonistica alle spalle, campioni del mondo 10 balli Professional Division per ben due volte ma, prima di tutto, cari amici di Ritmo Danza.
Dopo circa cinque ore di viaggio, tra continue risate, diabolici scherzetti, qualche scomodo riposino e brevi soste, arriviamo a destinazione.
Il meteo e il nostro largo anticipo ci permettono di poter visitare velocemente la città, cosi ci incamminiamo verso il centro di Ljubljana dove un tradizionale corteo di sbandieratori e la banda locale fanno da cornice ad un magico paesaggio dove lo sfondo si identifica in una nostra bellissima foto ricordo, immortalata sul Tromostovje, il caratteristico triplo ponte, tra il maestoso Castello e la Chiesa francescana dell’annunciazione.
Il tempo incalza ed arriva l’ora di prepararsi per il nostro grande appuntamento; ci dirigiamo quindi verso il lussuoso teatro Festivalna Dvorana, dove si svolgerà la tanto attesa cena-spettacolo, il cui obiettivo è quello di avvicinare tutti coloro che amano trascorrere il loro tempo libero in modo diverso dal solito, attraverso la danza, la musica, la recitazione e l’arte, facendone tra gli altri anche una bellissima forma di beneficenza attraverso il ricavato della stessa.Nostalgia-Veneziana-1
Eleganti ed impeccabili alle ore 19.30 siamo all’ingresso dove bizzarri e simpatici personaggi ci accolgono in maniera davvero divertente.
Mondanità e bon ton sono le parole d’ordine quando ci viene spontaneo di disporci a coppie per percorrere una lussuosa scalinata con tanto di tappeto rosso, al culmine della quale è pronto ad accoglierci il preparato staff che, in tradizionali abiti veneziani, porge ad ognuno di noi la propria maschera personale: la serata è iniziata!
Dopo un aperitivo ricco di scatti e curiose pose per ricordarci nel tempo di quei magici momenti, veniamo accompagnati ai nostri tavoli, apparecchiati con estrema cura e straordinario buon gusto,tanto da sembrare perfetti.
Le nostre maschere così colorate e raffinate rendono tutto molto affascinante e coinvolgente, l’atmosfera che regala un avvenimento di così alto calibro è davvero unica e indescrivibile.
Da lì a poco dieci preparatissimi ballerini sotto la direzione di Luca Bussoletti e Tjasa Vulic presenteranno cinque numeri di danza, intervallati tra portate di cibo a tema studiate accuratamente nei minimi dettagli da un ottimo catering.
Le diverse uscite mostrano e ritraggono l’incantato mondo della Commedia dell'Arte che ricostruisce importanti e storici episodi veneziani: dai tipici Gondolieri, alle vicende dell’irresistibile Giacomo Casanova, dalla rilevante figura del Doge al tragico periodo della Peste Nera, spaziando ovviamente anche tra i celebri personaggi del carnevale di Venezia.
Splendore, miseria e romanticismo si combinano fino a tarda notte per intrattenere noi ospiti, onorati ed appagati dalle performance che ci venivano proposte con continui cambi di temi, d’abito e di scena.
Disinvolti e sempre a nostro agio abbiamo conversato sulle varie tematiche toccate dalla manifestazione, ci siamo confrontati e divertiti scherzando in tema di galateo e buone maniere e ovviamente divertiti e compiaciuti.
Dopo qualche giro di Valzer e foto ad effetto abbiamo definitivamente messo fine alla cena e ci siamo cambiati pronti per ritornare in Italia.
Nel viaggio di rimpatrio la stanchezza ha avuto la meglio su tutti noi e visto l’orario, i momenti di chiacchiere e scambio di opinioni sono stati rari;
sono certo però che ognuno di noi nel proprio cuore abbiamo riflettuto su quelle ore trascorse insieme, sul significato vero dell’amicizia e su quanto sia speciale fare parte di un affiatato gruppo come il nostro.

Un sentito Ringraziamento a Luca & Tjasa che con la loro arte e bravura ci hanno trasportato in un nuovo, magico ed emozionante mondo.

Un grazie speciale ai nostri Maestri Simone & Michela per darci l’opportunità di vivere questi momenti di formazione per la nostra carriera che si rivelano sempre più spesso esperienze di vita uniche ed indimenticabili, atte a renderci migliori sempre di più sia come persone quanto come ballerini.

Ai noi giovani studenti non rimane che sperare nella prossima trasferta dove porteremo con noi un po’ di Nostalgia Veneziana.

Nostalgia-Veneziana-2

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Procedendo ad utilizzare il sito, anche rimanendo in questa pagina, acconsenti all'uso dei cookie. Per conoscere maggiori informazioni sui cookies clicca qui.